mercoledì 20 agosto 2008

Allineamento astronomico dei nuraghi (2)

Nella prima parte del suo studio, l'autore ha indagato, in generale, sulla possibilità che nella valle di Brabaciera esistano, casualmente, almeno 25 allineamenti astronomici (effettivamente riscontrati). Si sono trovati risultati che parrebbero non lasciare dubbi: l’evento verificatosi a Brabaciera ha meno di 7 possibilità su un milione di verificarsi, non solo a Brabaciera, ma in uno (almeno) dei 228 gruppi in cui si può pensare di suddividere, idealmente, l'intero parco nuragico sardo. Chiunque ragioni senza pregiudizi, non può che pensare che nella valle di Brabaciera i nuraghi sono volutamente disposti secondo un preciso “disegno” astronomico.


di Marco Sanna

Per completare lo studio matematico-probabilistico, vogliamo ora addentrarci in un’indagine più approfondita. Per ora, infatti, abbiamo parlato dei 25 allineamenti astronomici di Brabaciera, senza entrare nei dettagli, senza analizzare quali allineamenti sono stati riscontrati. Li abbiamo considerati tutti assieme, senza distinguere tra orientamenti lunistiziali e solstiziali.
Stiamo indagando sulla possibilità che gli allineamenti siano casuali o intenzionali. In effetti, bisogna anche considerare che non è detto che gli allineamenti siano, necessariamente, tutti casuali o tutti intenzionali. Infatti, facendo i calcoli si può anche vedere che esiste una probabilità non trascurabile di avere un certo numero di allineamenti casuali. In particolare si ha:
una probabilità di circa 82 su 100 di avere almeno 5 allineamenti casuali;
una probabilità di circa 68 su 100 di avere almeno 6 allineamenti casuali;
una probabilità di circa 53 su 100 di avere almeno 7 allineamenti casuali;
una probabilità di circa 38 su 100 di avere almeno 8 allineamenti casuali;
una probabilità di circa 25 su 100 di avere almeno 9 allineamenti casuali;
una probabilità di circa 15 su 100 di avere almeno 10 allineamenti casuali.
Sembra, allora, ragionevole pensare che tra i 25 allineamenti, c’è ne sia un certo numero (almeno 5 o 6) casuali e gli altri intenzionali. Dobbiamo, perciò, indagare sui singoli allineamenti, o almeno su quelli più significativi, cercando di scartare quelli che possono sembrare casuali.
Tra gli “eventi astronomici” più incredibili, meritano attenzione quelli che contraddistinguono i nuraghi di riferimento Longu e Is Paras . Dal nuraghe Nueddas è possibile osservare il sorgere del sole al solstizio d’estate dietro il Longu e tramontare dietro Is Paras. Dal nuraghe Maurus è possibile osservare il sorgere ed il tramontare della luna al lunistizio minore settentrionale, sempre dietro gli stessi nuraghi Longu e Is Paras, rispettivamente. Sempre da dietro il Longu e Is Paras, dal nuraghe Perdosu si osserva il sorgere e dal nuraghe Ruina Franca il tramontare della luna nel lunistizio maggiore settentrionale.

Calcolando le probabilità dei singoli eventi, si trovano i risultati riassunti:

E1 = DA UN NURAGHE QUALUNQUE (NUEDDAS) È POSSIBILE OSSERVARE IL SORGERE DEL SOLE DIETRO UN ALTRO NURAGHE (LONGU) AL SOLSTIZIO D’ESTATE
Per questo primo evento la probabilità è pari a 40 su 100 (circa).


E2 = DALLO STESSO NURAGHE (NUEDDAS) DI OSSERVAZIONE DELL’EVENTO E1 È POSSIBILE OSSERVARE IL TRAMONTARE DEL SOLE DIETRO UN ALTRO NURAGHE (IS PARAS) AL SOLSTIZIO D’ESTATE
Si trova la probabilità pari a 2 su 100 (circa).

E3 = DA UN ALTRO NURAGHE QUALUNQUE (MAURUS) DI OSSERVAZIONE È POSSIBILE OSSERVARE IL SORGERE DELLA LUNA DIETRO LO STESSO NURAGHE (LONGU) DI RIFERIMENTO DELL’EVENTO E1 AL LUNISTIZIO MINORE SETTENTRIONALE
Si trova lo stesso risultato dell'evento E2: 2 su 100 (circa).

E4 = DALLO STESSO NURAGHE (MAURUS) DI OSSERVAZIONE DELL’EVENTO E3 È POSSIBILE OSSERVARE IL TRAMONTARE DELLA LUNA DIETRO LO STESSO NURAGHE (IS PARAS) DI RIFERIMENTO DELL’EVENTO E2 AL LUNISTIZIO MINORE SETTENTRIONALE
La probabilità è, in questo caso, uguale a 3 su 1000 (circa).

E5 = DA UN ALTRO NURAGHE QUALUNQUE (PERDOSU) DI OSSERVAZIONE È POSSIBILE OSSERVARE IL SORGERE DELLA LUNA DIETRO LO STESSO NURAGHE (LONGU) DI RIFERIMENTO DEGLI EVENTI E1 ED E3 AL LUNISTIZIO MAGGIORE SETTENTRIONALE
La probabilità è 2 su 100 (circa).

E6 = DA UN ALTRO NURAGHE QUALUNQUE (RUINA FRANCA) DI OSSERVAZIONE È POSSIBILE OSSERVARE IL TRAMONTARE DELLA LUNA DIETRO LO STESSO NURAGHE (IS PARAS) DI RIFERIMENTO DGLI EVENTI E2 ED E4 AL LUNISTIZIO MAGGIORE SETTENTRIONALE
La probabilità è 2 su 100 (circa).

Gli eventi più significativi ci sembrano i primi quattro: E1, E2, E3 ed E4. Infatti, per due differenti “fatti” astronomici, un solstizio ed un lunistizio, abbiamo lo stesso nuraghe di riferimento per l’alba (il Longu) e per il tramonto (Is Paras). Inoltre, per ciascun “fatto” astronomico abbiamo un unico nuraghe di osservazione (il Nueddas, per il solstizio, ed il Maurus, per il lunistizio).
Lo stesso non può dirsi per gli ultimi due eventi E5 ed E6. Infatti, il sorgere ed il tramontare della luna al lunistizio maggiore settentrionale (sempre dietro il Longu ed il Paras) è osservato da due nuraghi diversi (il Perdosu e il Ruina Franca).
Allora, prudenzialmente, esaminiamo solo gli eventi E1, E2, E3 ed E4, supponendo che gli ultimi due eventi E5 ed E6 siano casuali. La probabilità che si verifichino tutti gli eventi considerati è inferiore a 5 su diecimilioni.
L’evento considerato, che chiamiamo EVENTO LONGU-PARAS, è estremamente improbabile. Siccome siamo molto pignoli, vogliamo essere sicuri che l’evento sia improbabile anche considerando tutti i gruppi di 33 nuraghi in cui immaginiamo di suddividere tutti i nuraghi della Sardegna.
Procediamo come gia fatto nella Prima parte e calcoliamo la probabilità che l’evento complesso (o il suo corrispondente) si verifichi in almeno un gruppo sui 228 gruppi di 33 nuraghi di cui abbiamo parlato.
Si trova la probabilità di circa 1 su diecimila.
L’evento analogo all’EVENTO LONGU-PARAS ha circa 1 possibilità su 10.000 di verificarsi casualmente, almeno una volta, non solo a Brabaciera, ma in un qualunque dei 228 gruppi di 33 nuraghi in cui possiamo pensare, idealmente, di suddividere i nuraghi sardi.
A questo punto è doverosa una precisazione. Il calcolo è stato effettuato senza tener conto degli eventi E5 ed E6, perché, come già precisato, abbiamo 2 diversi nuraghi di osservazione. Tuttavia, alla luce dei risultati trovati che, a nostro parere, dimostrano un inequivocabile orientamento astronomico dei nuraghi della valle di Brabaciera, dobbiamo spiegare come mai, anche per il lunistizio maggiore settentrionale non si sia costruito un unico nuraghe di osservazione.
In effetti, una risposta a questa domanda si può dare, ed è anche abbastanza semplice. Infatti, se consideriamo le due direzioni dell’azimut lunare all’alba ed al tramonto del lunistizio maggiore settentrionale, queste si incontrano in un punto dove, teoricamente, si sarebbe dovuto trovare un ipotetico nuraghe di osservazione, un unico nuraghe, al posto di due nuraghi di osservazione (Perdosu e Ruina Franca). Il fatto è che, se ci si posiziona in quel punto, si scopre che i 2 nuraghi di riferimento (Longu e Is Paras) non risultano più stagliati sull’orizzonte. È perciò verosimile che la soluzione dei 2 nuraghi di osservazione sia stata una scelta obbligata, legata al fatto che la particolare orografia della zona non permetteva opzioni migliori.
La probabilità calcolata deve perciò essere considerata come una stima, prudenzialmente, per eccesso. Allora, se teniamo conto anche dei due eventi E5 ed E6, inizialmente scartati, si ha:
una probabilità di quasi 2 su diecimiliardi, se ci riferiamo alla sola valle di Brabaciera;
una probabilità di 4 su centomilioni, se ci riferiamo a tutti i 228 gruppi di nuraghi.
Per l’EVENTO LONGU-PARAS, si può senz’altro asserire che gli orientamenti astronomici solstiziali e lunistiziali, effettivamente riscontrati, sono voluti e non sono casuali.

1 commento:

Mirko Zaru ha detto...

Sig. Marco Sanna,
Mi contatti via email al seguente indirizzo:
info@archeologiasarda.com
ho bisogno di parlarle!

Saluti,
Mirko Zaru!