mercoledì 4 aprile 2012

Da Tzricotu a Monte Prama e a Tharros: conferenza a Cabras


Sabato 7 aprile nel Centro polivalente, in via Tharros a Cabras, si terrà una conferenza su statue e documenti scritti dell'età del Bronzo finale e del I ferro dal titolo "Tzricotu, Monti Prama, Tharros". Alle 9,30, dopo il saluto del sindaco della città Cristiano Carrus, svolgeranno le relazioni la professoressa Graziella Pinna su "Sa preda 'e s'arregordu", la professoressa Aba Losi su "Dagli scarabei sigillo alle tavolette del Sinis" e il professor Gigi Sanna su "I sigilli cerimoniali di Tzricotu e le statue di Monte Prama".

3 commenti:

zuannefrantziscu ha detto...

da Mikkelj Tzoroddu

Per Aba Losi, Gigi Sanna e Gli Altri.
L’età dell’oro
Un’aurea stirpe di donne ed uomini mortali, venendo dal recesso dei tempi, decise d’avere nuova vita nel tempo delle tempie candide, questo nostro tempo. Esso, vede gli uomini avere in dispregio i propri antenati e le cose maravigliose lasciate in eredità, disconoscendone la pur autentica paternità. Li insultano, esprimendosi con parole villane - miserabili - e la donna malvagia, in alto loco, reca danno all’uomo dabbene. Costui e la Attenta Intelligente, infatti, sogliono amorevolmente recuperare i vestigi d’una incommensurabile civiltà, vissuta quale aurea stirpe, nel recesso dei tempi mortali.
Incontratisi per quel volere divino, espresso da una loro forte propensione ad estrar luce dal passato, ed essi stessi Dei (in quanto alla loro essenza), lo son vieppiù per i miracoli che vanno mostrando (con serio pericolo) anche ai malvagi vestiti di tenebra, negl’inferi in sempiterno agguato.
Instaurata una nova età dell’oro insieme a Gli Altri, che riscrivono con impegno su note discipline, questi due Pensatori distruggono quell’ormai improbabile, fatiscente monumento universitario (di solo esito accademico vestito!) dedicato al più grande illetterato del Mediterraneo: il Sardo antico ed antichissimo.
L’impegno de Gli Altri, che si manifesta in ogni occasione essi ci confortino con probanti risultati, e quello propriamente loro di Cabras del 7 p.v., che segue ad altri (ahi, potessimo avere sempre dei brevi resoconti!), vadano e sempre si sviluppino secondo quella linea che vede l’opportunismo, nella scelta dei mezzi mentali e materiali, quale migliore arma dello scienziato, se è vero che l’incremento della conoscenza è copioso frutto dell’elaborazione di idee alternative ed incompatibili, che ottengono il capovolgimento di teorie saldamente acquisite.
(con contributi esiodeo-feyerabei)

el-pis ha detto...

Sono di ritorno dalla conferenza di Cabras e, non avendolo potuto fare personalmente, mando un "grazie di cuore" ad ABA LOSI, GIGI SANNA e GRAZIELLA PINNA ARCONTE. Aprire la mente e il cuore del prossimo non è da tutti e i vostri studi, fatti col cuore e con la mente, arrivano al cuore e alla mente delle persone. YHHW ve ne renda merito.PASHA VONA

giorgio ha detto...

Ho avuto il piacere di partecipare con attenzione alla conferenza di Cabras e faccio i miei complimenti ai relatori per la qualità e l'interesse degli argomenti trattati.
A tutti i miei migliori auguri di Buona Pasqua